martedì 18 agosto 2015

Approfondimenti sui benefici del fungo Chaga



Fungo Chaga: una vasta gamma di benefici

Nascosto nei boschi di betulle dell'emisfero settentrionale, il fungo parassita chiamato Chaga fa la sua casa sui tronchi di betulle. La sua presenza è rara, tanto che si stima sia presente solo su uno in ogni 15.000 alberi di betulla. Può anche essere difficile da riconoscere per chi non conosce il suo aspetto strano, che si presenta in genere come una crescita carbonizzato di corteccia. Nonostante questo aspetto poco attraente, questo fungo ospita un miriade di qualità benefiche. Per secoli, questo fungo è stato utilizzato per creare una potente tisana nella medicina popolare, e la ricerca di oggi ha contribuito a validare molti dei suoi primi utilizzi. Alcuni dei benefici che si trovano nel fungo Chaga includono il generale rafforzamento dell'immunità, una migliore digestione, riduzione dello stress e anche proprietà anti-cancro.

Caratteristiche antiossidanti e nutrienti

Il fungo Chaga grazie agli elevati livelli di antiossidanti, ne fanno una grande risorsa naturale per aiutare a contrastare i danni dei radicali liberi. È anche un'ottima fonte di vitamina D, vitamina K, vitamine del gruppo B e minerali come ferro, calcio, rame e zinco. Le sue varie altre componenti sono il betulino e acido betulinico, responsabile di gran parte dei suoi effetti positivi, così come i flavonoidi, polisaccaridi e altri fitonutrienti.

Fortifica Immunità

Un sistema immunitario indebolito può trarre grandi vantaggi dal Chaga. I polisaccaridi in esso contenuti, soprattutto i beta glucani, contribuiscono a stimolare la crescita dei leucociti all'interno del corpo, rendendo il sistema immunitario fortemente attrezzato a difendersi contro le infezioni. Inoltre, offre anche una serie di effetti antibatterico, antivirali, antifungini e antielmintico (parassita-killer) proprietà che aiutano ulteriormente il corpo ad eliminare agenti patogeni dannosi.

Effetti positivi contro gli effetti collaterali delle cure anti cancro

Come detto il fungo Chaga può essere utile per i pazienti oncologici. Non solo grazie all’acido betulinico presente abbondantemente nel fungo che aiuta ad eliminare le cellule tumorali, ma può anche contribuire a superare gli effetti sgradevoli della chemioterapia. La sua azione immunostimolante è particolarmente utile contro molti trattamenti contro il cancro i quali possono avere un impatto negativo sul sistema immunitario. In questo caso il Chaga può anche alleviare i disturbi digestivi comuni alla chemioterapia.

Per una digestione sana e una protezione del fegato

Bere o mangiare il Chaga è anche un ottimo modo per promuovere una naturale digestione. Con il suo effetto anti-infiammatorio, il Chaga allevia i disturbi digestivi promuovendo un suo migliore funzionamento. Inoltre stimola la produzione di bile nel fegato, aiutando la ripartizione del cibo per rendere più facile l’assorbimento dei nutrienti. Offre anche una fonte naturale di fibra alimentare, importante per il buon funzionamento dell’intestino.
Inoltre la stimolazione del Chaga sulla produzione di bile nel fegato non è vantaggioso solo per la funzione digestiva, ma per la salute fegato stesso. Infatti la bile aiuta il fegato ad eliminare le tossine filtrati dal sangue, impedendo loro di accumularsi nel fegato e causando danni al tessuto circostante.

Benefici per la pelle

La salute della pelle può essere migliorata dal Chaga. Infatti esso è una fonte naturale di melanina, il pigmento che scurisce la pelle e fornisce una protezione contro i raggi UV solari. Con i suoi effetti anti-infiammatori, il Chaga può aiutare a migliorare le condizioni della pelle in modo più rapido come eruzioni cutanee, acne e eczemi. Rafforza anche la sua elasticità, ritardando la formazione di rughe.

Il Chaga contro lo stress

Il Chaga essendo un potente adattogeno, può aiutare a diminuire lo stress. Infatti bilanciando i vari sistemi del corpo, facilita il riequilibrio generale e calma l’iperattività. Ciò è particolarmente utile quando il corpo rilascia gli ormoni dello stress che portano ansia e stanchezza.

Benefici sul sistema cardiovascolare

Il Chaga può anche promuovere una sana funzione cardiovascolare. L'acido betulinico in  esso contenuto può entrare nel flusso sanguigno, dove i suoi beta glucani possono diminuire il colesterolo LDL nocivo. Controllando il colesterolo, il Chaga può ridurre l'accumulo di placche nel sangue e ridurre il rischio di malattie cardiovascolari.


Il potere antiossidante del Chaga

Quando si tratta di trovare una fonte naturale di antiossidanti alti, molte persone hanno familiarità con le fonti più comuni, come mirtilli, fagioli rossi, cannella e bacche di acai. Eppure il Chaga, relativamente sconosciuto, nasconde un segreto davvero impressionante. Infatti esso offre uno dei più alti livelli di antiossidanti di qualsiasi alimento conosciuto.
Gli antiossidanti sono la migliore difesa del nostro corpo contro un gruppo molto pericoloso di atomi noti come radicali liberi che si creano negli scambi chimici. All'interno del corpo, questo processo, noto come danno ossidativo o stress ossidativo, indebolisce la struttura delle cellule e può portare ad un invecchiamento precoce e alla morte di molte cellule. Anche se gli scienziati stanno ancora cercando di capire la reale portata del danno ossidativo, è stato teorizzato che i radicali liberi possono avere un ruolo significativo in una serie di malattie, tra cui il cancro.
Gli antiossidanti aiutano a controllare i radicali liberi, proteggendo in questo modo contro lo stress ossidativo. Anche se il nostro corpo crea naturalmente dei propri antiossidanti, abbastanza per affrontare i radicali liberi generati durante il processo chimico naturale, da soli questi non sono sufficienti per affrontare i problemi attraverso fonti esterne. A causa di questo, è importante cercare altre valide fonti di antiossidanti, soprattutto nel cibo che mangiamo.
L'antiossidante primario trovato nel Chaga è una sostanza preziosa nota come superossido dismutasi (SOD). Si tratta di un antiossidante incredibilmente potente in grado di offrire una protezione significativa contro i radicali liberi. Il SOD trovato nel Chaga è facilmente assorbito e utilizzato dal corpo, e supera notevolmente la quantità disponibile negli numerosi integratori alimentari.

Con la sua imponente numero di antiossidanti, il Chaga può essere utile in molti modi. Neutralizzando i radicali liberi contribuisce a proteggere l'integrità delle cellule del corpo. Questo riduce il rischio di infezioni, aiutando così il sistema immunitario. Essa contribuisce anche a ridurre i danni al rivestimento interno dei vasi sanguigni, creando un minor numero di tasche in cui si accumula la placca, riducendo così il rischio di malattie cardiovascolari. Anche se la piena portata del benefico degli antiossidanti è ancora oggetto di indagine da parte dei ricercatori di tutto il mondo, molti pensano che sono in possesso di una serie di effetti positivi che ancora non conosciamo, ed è ampiamente riconosciuto che l'aggiunta di più antiossidanti alla nostra dieta può beneficiare in modo significativo la salute generale.

Nessun commento:

Posta un commento